NGT75-10

NGT75-10   10.12.2006
sito di lancio Pioppogatto – Model Club

10 dicembre  2006 ore 12,20

report a cura di Paolo Miniussi

L’impegno di celebrare il decimo anniversario con un lancio memorabile è stato portato a termine con grande successo e grande orgoglio.
A questo importante appuntamento non sono mancati gli amici di sempre, quelli con cui questa avventura ha avuto inizio.
Solo Diego purtroppo, assente per motivi di lavoro, non ha potuto prender parte a questo lancio così storico.
L’appuntamento di domenica 10 dicembre 2006 rimarrà un ricordo indelebile nelle memorie di noi tutti, per quello che ha significato e per il bellissimo spettacolo che ci ha offerto.
Un lancio che definire da manuale sarebbe riduttivo.
Una giornata prevalentemente serena ed un allestimento veloce e funzionale, con gli ultimi accorgimenti, quelli per evitare perdite di energia improvvisa.
Infatti in questo lancio l’UPS, che normalmente veniva utilizzato per alimentare i computer di controllo video e controllo rampa,nonchè alimentare il ricevitore video, è stato escluso, grazie all’utilizzo di un nuovo computer per il controllo rampa dotato di batterie molto capaci e alimentando poi il ricevitore video con un pacco batterie da 12v.
In realtà l’UPS è rimasto a disposizione nel caso si fosse reso necessario il suo utilizzo.
L’allestimento del lancio è stato effettuato in tutta calma e in una zona inusuale, molto a ridosso della pista per gli aereomodelli e fortemente controvento.
Questo posizionamento è stata la chiave di un atterraggio senza precedenti nella storia di tutte le serie T75 e NGT75.
Il conteggio alla rovescia è stato fatto partire da meno dieci secondi e per un banale problema di comunicazione fra Mauro ed il sottoscritto a meno tre secondi il countdown è stato arrestato, proprio da me.
Chiarito l’equivoco, il conto è ripreso nuovamente da meno dieci senza che però questa volta il pannellone visualizzasse le cifre del conteggio…un reset dimenticato!
Pannellone a parte, l’udibile bip del computer ha aiutato tutti i presenti a capire il momento di accensione e a stare pronti.
Il razzo ha lasciato la rampa ed in pochi metri ha acquistato una lieve inclinazione che lo ha portato su una traiettoria un po’ più bassa, come dimostrato poi dall’acquisizione dati.

L’apertura infatti è avvenuta con il missile piuttosto picchiato e anche questa bassa quota di apertura ha avvicinato le due sezioni nella fase di rientro.
La sezione motore ha raggiunto il suolo prima di quella strumentale e per poco non sono riuscito ad afferrarla, cercando di ripetere senza successo il gesto di Mauro del precedente volo (22 ottobre).
La sezione strumentale, molto più lenta nella discesa, sorvolando il tendone scuro del campo , è stata fortemente deviata, probabilmente a causa dell’azione termica del tendone stesso, abbondantemente soleggiato già dalle prime ore del mattino.
Questa improvvisa deviazione ha letteralmente lanciato la sezione strumentale verso il punto di atterraggio precedentemente raggiunto dalla sezione motore. Il video più delle parole!
Per celebrare al meglio l’evento è stato caricato il filmato completo di questa giornata storica per il gruppo Octobersky.
Nelle stessa pagina troverete tutti i dettagli e le note tecniche relative all’acquisizione dati ,come sempre a cura di Mauro.
Sul blog ho già scritto e ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile quello che una volta era un sogno solo mio e che oggi è di molti, ma qui rinnovo tutta la mia gratitudine a questo grande gruppo di amici che anno dopo anno si stringono sempre più intorno ad un progetto comune.
Un grazie particolare per questo lancio va a Maurizio per l’ottimo video realizzato.
Grazie a tutti per avermi sopportato in tutti questi anni!

Paolo
 

 
un immagine suggestiva che ricorda epiche missioni del passato…
 


     
  il gruppo intorno alla rampa   il gruppo sul punto di atterraggio delle sezioni  

 

NGT75-9 | NGT75-11

image_pdfimage_print

Lascia un commento